Attività In evidenza Iniziative locali News Pollenza Soci Territorio

25/04/24- A Pollenza “Il giovedì del libro e della lettura” con Stefano Cardellini, tre storie tra Storia e romanzo.

on
25 Aprile 2024

L’incontro di Pollenza si è svolto all’insegna del confronto appassionato sulla narrazione della Storia e la costruzione del romanzo. Con questa iniziativa, anche la Sede Operativa di Pollenza ha celebrato la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, istituita dall’UNESCO nel 1995. Una ulteriore occasione di valorizzazione del territorio. della sua Arte, dei suoi talenti, della sua cultura. I ringraziamenti dell’editore Antonello Andreani, consigliere nel Direttivo del Club ” … un grazie va a Marina, che ha organizzato un ottima e impeccabile accoglenza, e alle sue sorelle che hanno, a fine presentazione, offerto un ottimo buffet di squisitezza tutte preparate con le loro mani. Direi un ottimo esempio di come si possono ottenere buoni risultati, nonostante la concomitanza con la festa del 25 Aprile, quando, anche se mancano gli sponsor, ci si mette impegno e volontà…” , nonché deciso e convinto amore per il proprio paese e comunità di appartenenza.

SINOSSI: Ankon, anno 367 a.C. La giovane colonia dorica dell’Adriatico è stata fondata vent’anni prima da esuli fuggiti dalla tirannide di Dionisio I, despota di Siracusa. A seguito di un vecchio torto, il nobile aretusano Niseo spedisce ad Ankon un gruppo di mercenari con l’intento di uccidere suo fratello Terentios, capo di quella comunità, e sterminare la sua famiglia. Terentios sfugge alla morte, ma Maia, sua figlia minore, viene rapita. A capo di un manipolo di guerrieri dorici e piceni, Ares, fratello di Maia, parte alla ricerca della sorella. Dalla grande Siracusa all’oracolo di Delfi, il viaggio si svolge per mare e lungo le strade della Magna Grecia, fino alle lontane terre del Peloponneso. Dall’isola di Ortygia all’inespugnabile Minoia, sino a Sparta, tra un susseguirsi di avventure, combattimenti e tradimenti, Ares e i suoi amici riusciranno a liberare Maia e a tornare ad Ankon, in tempo per prender parte alla battaglia finale contro la potente flotta siracusana.

TAGS

LEAVE A COMMENT